Ferrando

Via Torino 599A, 10015 Ivrea (TO)

Un po’ di storia

La cantina Ferrando Vini fu fondata nel 1890 da Giuseppe Ferrando, che si trasferì a Ivrea con una missione: introdurre i vini piemontesi nella vicina regione della Valle d’Aosta. Il figlio di Giuseppe, Luigi, ha poi ampliato e sviluppato l’attività di vinificazione. Nel 1957, Giuseppe Ferrando junior, nipote del fondatore, inizia la produzione di uno dei vini più rari ottenuti dalla varietà Nebbiolo: Carema, dal nome di un piccolo paese nel nord del Piemonte, al confine con la Valle d’Aosta.

Lì, nel 1964, la famiglia Ferrando costruì le cantine per la produzione e l’invecchiamento di questo unico “Barolo di montagna” (DOC dal 1967). All’inizio degli anni ’80, il figlio di Giuseppe, Luigi, rileva l’azienda, che è attualmente di proprietà del figlio Roberto. La creatività e l’inventiva dell’azienda sono state fedelmente trasmesse attraverso le generazioni, insieme ad un costante impegno per la qualità. Oltre al Carema, fiore all’occhiello di Ferrando, la produzione si è estesa negli anni a tutta la gamma dei vini canavesani.
Grazie soprattutto alla produzione moderna e razionale del Solativo, un vino unico ottenuto da uve Erbaluce raccolte in dicembre, la famiglia Ferrando ha contribuito a portare l’Erbaluce tra i migliori vini bianchi italiani.