Questi sono i ‌formaggi‌ ‌perfetti‌ ‌per‌ ‌un‌ ‌picnic‌ ‌in‌ ‌famiglia‌

Lo senti anche tu questo profumo nell’aria? E no, non mi riferisco al tuo ultimo acquisto in profumeria, ma alla primavera!

Ammettiamolo, tra tutti i mesi dell’anno Maggio è quello con il mood più seducente: la fragranza dei fiori ormai pienamente sbocciati, i raggi del sole che ti scaldano il viso dolcemente, le giornate più lunghe e luminose…tutto questo mi fa venire in mente una sola parola: picnic.

Che sia su un prato della tua città, nel giardino di casa o semplicemente sul balcone tra i tuoi amati fiori non importa: l’essenziale è godere di un momento di relax all’aria aperta!

Idee per un picnic in famiglia

Io, per esempio, preferisco la domenica mattina, quando la città sembra aver placato la sua frenesia quotidiana e dalle finestre giunge solo quiete. I raggi solari che fanno capolino tra i colorati gerani del mio balcone rendono l’atmosfera perfetta per un urban picnic: un tavolino pieghevole, 4 sedie e sono pronta per una meritata pausa con la mia famiglia… e al cibo? Ci pensa il mio ragazzo, è lui il cuoco della situazione! Ma anche lui ha il suo asso nella manica, un piccolo segreto che ti svelo con molto piacere: per trasformare un semplice picnic in un’esperienza indimenticabile si affida a Guffanti.

Niente panico, non c’è un altro invitato al tuo picnic: Guffanti è una delle eccellenze italiane nella produzione di specialità casearie tipiche, con una storia e un’esperienza secolare.

Una storia che comincia nel 1876, al buio di una miniera d’argento abbandonata. Dove gli altri vedevano una grotta umida e inutile, Luigi Guffanti scorge le condizioni ideali per la fermentazione del formaggio. Non è forse da questi colpi di genio che nascono le migliori intuizioni? Da allora i Guffanti, vera famiglia piemontese, hanno consolidato la loro abilità nell’ “allevare il formaggio” con maestria artigianale. Un’abilità che ha reso questa realtà locale e a conduzione familiare un ambasciatrice dell’eccellenza italiana a livello internazionale.

Cosa trovi nel Cesto Degustazione Formaggi?

Il Cesto Degustazione Formaggi di Guffanti contiene 4 formaggi piemontesi di altissima qualità, per rendere memorabile la tua giornata in famiglia.

Ti suggerisco di iniziare questo percorso dal Maccagno biellese DOP: il suo sapore delicato di burro e latte era il punto debole anche di quel buongustaio di Quintino Sella, che adorava offrirlo agli amici. Il ministro delle finanze del Regno d’Italia, grande amante delle montagne, è ricordato come una persona d’animo mite. Tuttavia, sappiamo per certo che perse le staffe dopo aver scoperto il furto della sua provvista di formaggio preferito: come dire, toccatemi tutto ma non il Maccagno!

Per esaltare la dolcezza di questo cru di eccellenza niente di meglio di un po’ di frutta fresca e di un bel vino rosso invecchiato e corposo, che con la sua struttura robusta ti condurrà verso l’intensità di sua maestà il Bra. In questo rinomato formaggio DOP, latte di mucca e di pecora si mescolano in un gusto inimitabile, dai sentori speziati, perfetto con miele di castagno e una fetta di pane di segale integrale. 

Scommetto che il tuo picnic sta andando alla grande! Già ti immagino con gli occhi chiusi, immerso nel piacere della degustazione… Ma devi ancora assaggiare il pezzo forte: l’Antigorio Riserva. Con il suo sapore intenso è un viaggio tra i pascoli della Val d’Ossola, in cui gli allevatori alpini lavorano a crudo un latte in cui ritrovi tutti i sentori delle erbe dei pascoli incontaminati.
Un consiglio d’amica? Accompagnalo con un boccone di M
ocetta: il connubio tra il gusto speziato di questo salume e l’aroma di fieno dell’Antigorio è uno dei matrimoni più riusciti della storia piemontese.

Dulcis in fundo, il must dell’eccellenze casearie piemontesi: il Castelmagno DOP, rigorosamente stagionato per farne risaltare le caratteristiche. Il suo intenso sapore di latte fermentato, con note di stalla, valorizzato da una semplice marmellata di mirtilli freschi, è la concludere in bellezza di un’esperienza sensoriale davvero unica.

E allora? Adesso lo senti il profumo nell’aria? Scommetto che di picnic come questo non vorrai più farne a meno!

Alla prossima, with Love!
Maria Chiara